Didattica

PROGETTO DIVERSITA'

“IO PLURIMO- CHI SONO E PERCHE'-CHI SONO GLI ALTRI-NOI VISTI DAGLI ALTRI-GLI ALTRI VISTI DA NOI”

“Se un uomo rinuncia ai suoi tradizionali sistemi di vita
e ripudia le buone costumanze, farebbe bene,  anzitutto,
ad accertarsi di avere qualcosa di valido con cui sostituirle”

PREMESSA

Per molto tempo la diversità è stata considerata un difetto della natura e di conseguenza emarginata da qualsiasi ambito della società.
Dopo l'immenso e duro lavoro che gli operatori culturali hanno fatto e continuano a fare, questa nostra società si è accorta dell'immenso valore trascurato che la diversità possiede e che vuole elevarsi al rango di piena dignità. Cerchiamo di dare ai (giovani) cittadini la consapevolezza di sé in un territorio che cambia.

OBBIETTIVI GENERALI

Data la suddetta premessa, ci poniamo lo scopo di continuare, ampliare, sviluppare, organizzare e comunicare i valori della diversità mediante le attività delle discipline artistiche e culturali.

Ci prefiggiamo, cioè, di costruire un ambito nel quale coagulare, preparare e manifestare i soggetti, singoli e organizzati, portatori di diversità, che vogliono esprimere la propria capacità artistica e culturale. Gli ambiti della diversità nei quali è nostro interesse operare sono quelli della diversità etnica-culturale. Vorremo cercare la possibilità di far aprire i ragazzi a culture differenti dalla propria, per poter capire meglio anche loro stessi.

La base del percorso è la ricerca e la sperimentazione culturale ed artistica: da una parte abbiamo un ambito e uno spazio nel quale la diversità artistica e culturale può esprimersi e comunicare con i più; dall'altra assistiamo ad un processo sempre esistito nella cultura e nell'arte, cioè quello della conoscenza e della contaminazione. 

Comprendere le diversità non semplicemente come fenomeno di una parte della nostra società, ma anche come parte di noi stessi.
Più comprendiamo noi stessi, più comprendiamo l'altro, ma anche la conoscenza dell'altro ci viene in soccorso per capire la nostra essenza e trovare il coraggio di scegliere.

E l'arte, insieme a tutta la cultura, è lo strumento per eccellenza d'indagine e di bellezza che esalta la diversità.

OBIETTIVI DIDATTICI

Per questa via incontreremo un'espressività diversa, una narrazione diversa, una terra diversa.

Mille facce, mille colori, mille usanze, mille arti, molte delle quali sono sempre state con noi e non ce ne siamo accorti (o non volevamo accorgercene) e molte altre, invece, sono arrivate da terre lontane, appena sentite nominare e vagamente rintracciate sull'atlante.

  • Offrire agli studenti opportunità e strumenti che li rendano il più possibile idonei a spaziare a livello planetario e ragionare in termini di mondialità;
  • Elevare la città (scuola) ad un luogo fisico e culturale di esperienze positive della diversità;
  • Aumentare nei ragazzi il concetto di cittadino del mondo e di attenzione nei confronti dell’Altro;
  • Allargamento dello spazio conoscitivo dei ragazzi attraverso la presentazione di una cultura lontana da quella italiana; 
  • Avvicinamento di una cultura diversa con i suoi valori di riferimento;
  • Comprensione delle figure di riferimento e dei loro ruoli nella cultura africana;
  • L’arte della narrazione: il griot.

 PROPOSTA

La società attuale è spesso mossa da paure e timori verso il prossimo.

Tali sentimenti sono alimentati da notizie spesso non corrette e dalla non conoscenza dell’altro.

Risulta allora importante e fondamentale promuovere un incontro tra culture così da riuscire a creare un nuova società interculturale aperta al dialogo e all’incontro con l’altro.

Mohamed Ba in qualità di mediatore culturale, attore, regista e musicista propone un percorso al fine di aiutare i ragazzi  a conoscere meglio il proprio vicino di casa ed a porsi in modo costruttivo e attivo di fronte a questa società in continuo mutamento.

Per scuole secondarie di primo e secondo grado:

  • Percorso sulle diversità (Chi sono? Perché? Chi è l’altro? Noi visti dagli altri e gli altri visti da noi).
  • Spettacolo teatrale sulle dinamiche migratorie dal titolo “Il riscatto, dalla savana al municipio” di e con Mohamed BA.
  • Proiezione del docu-film “Và- pensiero, storie ambulanti”

 Per scuole primarie:

  • Viaggio alla scoperta della scuola della saggezza attraverso le fiabe africane drammatizzate.

Questo progetto prevede un incontro di due ore per classe.
Spazi necessari: Un aula grande dotata di videoproiettore.